Al momento dell’acquisto di nuovi pneumatici vi è la scelta tra nuovi o ricostruiti. Prezzo diverso, aspetto praticamente identico: che differenza hanno e come è possibile riconoscerli? Tale operazione non è possibile a occhio nudo, ma è necessario leggere il marchio degli pneumatici

Attenzione al marchio europeo

La ricostruzione degli pneumatici deve essere evidente nel marchio europeo scolpito sullo stesso. Tale operazione, in base alle normative ECE ONU 108 e ECE ONU 109 (per i mezzi pesanti), è identificata dalle sigle “108 R” o “109 R”. Nello stesso marchio sono indicati anche il paese di produzione e omologazione inserito in un cerchio (E2 nel caso dell’Italia), la fabbrica di produzione (identificata da una sequenza di sei numeri), il marchio di chi ha provveduto alla ricostruzione e la settimana e l’anno in cui questa è avvenuta. Vi deve inoltre essere la scritta “Ricostruito” o “Retread”.

Cosa sono gli pneumatici ricostruiti

Gli pneumatici ricostruiti sono quegli pneumatici a cui è stato sostituito il battistrada usurato con del materiale nuovo, mantenendo la carcassa originale. Questi due elementi vengono sottoposti alle operazioni di equilibratura e centratura e quindi a vulcanizzazione, procedimento che rende le due parti un tutt’uno. La normativa prevede che a questo punto gli pneumatici siano sottoposti ai test per la loro omologazione, senza la quale non possono essere commercializzati. Test che sono identici a quelli previsti per gli pneumatici nuovi.

Possono essere sottoposti a ricostruzione gli pneumatici estivi, quelli invernali e quelli 4 stagioni. Nel caso di pneumatici destinati alle auto tale operazione può essere svolta soltanto una volta, mentre nel caso di mezzi pesanti si può arrivare a tre volte.

Cosa contraddistingue gli pneumatici ricostruiti

Gli pneumatici ricostruiti sono interessanti per il loro prezzo, fino al 50% inferiore a quello dei nuovi pur garantendo le stesse prestazioni. Inoltre, sono maggiormente eco-friendly con la minore quantità di greggio necessaria per la loro produzione (5,5 litri contro 25 litri per gli pneumatici nuovi) e il maggiore risparmio energetico (ben il 70%).

Puoi trovare una vasta offerta di pneumatici ricostruiti delle migliori marche da Pneuscanu, in S.P. 8 Elmas-Sestu Km 2,600 a Sestu (Cagliari). Non esitare a contattaci telefonicamente allo 070.7574140 o via email a pneuscanu@gmail.com per richieste di informazioni e preventivi.