La manutenzione delle gomme della propria auto, è fondamentale per la propria sicurezza e per quella degli altri sulla strada. Controllare periodicamente gli pneumatici e le loro condizioni di usura è un dovere di tutti e, oltre a richiedere uno sforzo minimo, è necessario anche per mantenere le prestazioni di guida ottimali. Bisogna sottolineare inoltre che secondo le stime delle case automobilistiche, oltre il 20% degli incidenti stradali è legato all’usura degli pneumatici: 3 incidenti su 4 in particolare, sono causati da un non corretto gonfiaggio di uno pneumatico.

Pneumatici a norma

Oltre al dovere morale ed etico di controllare l’usura delle gomme, vi è anche un dovere legale al quale bisogna sottostare, secondo cui la profondità minima del battistrada stabilita dalla normativa europea è di 1,6 mm su tutta la circonferenza della gomma. Ma dato che l’aderenza sul bagnato si riduce sensibilmente ancor prima del raggiungimento di questo livello di usura, su alcuni pneumatici troviamo due indicatori: uno per notificare la soglia di diminuzione delle prestazioni sul bagnato e l’altro per la soglia di usura minima; inoltre la differenza di usura tra due pneumatici di uno stesso asse non deve superare i 5 mm. La multa per chi circola con pneumatici sotto la soglia minima di usura imposta per legge va da 85 a 338 euro, oltre alla possibilità di sequestro del veicolo, e se le gomme hanno un battistrada consumato e inferiore alla soglia minima, il veicolo non avrà i requisiti per superare la revisione obbligatoria.

Come controllare gli pneumatici


Oltre naturalmente a recarvi presso un gommista, ci sono alcuni metodi utili per controllare lo stato delle gomme e capire il loro livello di usura. Prima di tutto vi consigliamo di mettere la macchina su una superficie piana e omogenea, e poi di ruotare la ruota esternamente di 45° (a destra o sinistra in base alla ruota che state controllando) in modo da poter vedere chiaramente il battistrada. Prima di tutto tutti gli pneumatici sono dotati di un indicatore di usura, ovvero un piccolo tassello di gomma di 1,6 mm di spessore posto sul fondo delle scanalature del battistrada che vi indica il limite massimo di usura della gomma. Quando il battistrada raggiunge questo livello la gomma va sostituita. Tuttavia a volte gli pneumatici si consumano in modo irregolare, in questo caso si utilizza il calibro di profondità, ovvero un piccolo strumento che misura con precisione la profondità delle scanalature del battistrada in tutti i punti. Infine c’è un metodo più casalingo ma comunque tendenzialmente efficace che consiste nell’inserire una moneta nella scanalatura del battistrada: per una gomma estiva una moneta da 1€ (se le stelle sul bordo sono visibili la gomma va sostituita); per una gomma invernale una moneta da 2€ (se il bordo esterno argentato supera la scanalatura la gomma è da sostituire). Pneuscanu, in S.P. 8 Elmas-Sestu Km 2,600 a Sestu, in provincia di Cagliari, non solo offre un qualificato servizio di vendita e riparazione di pneumatici per auto, autocarri e mezzi agricoli, ma effettua anche un’accurata manutenzione delle tue gomme per garantirti la massima sicurezza su strada. Per informazioni o preventivi, non esitare a contattarci al numero 070 7574140 o scriverci all’indirizzo email pneuscanu@gmail.com.