Nella scelta degli pneumatici per il tuo autocarro sono numerosi i fattori che devi considerare, tra cui il tipo di carico e le strade che generalmente percorri. Non puoi ovviamente trascurare quello che prevede il codice della strada e, se lavori anche all’estero, ricordare che in altri stati la legislazione potrebbe essere diversa da quella italiana.

Cosa prevede la legge in Italia

Il Codice della strada stabilisce che un assale deve avere gomme della stessa marca, della stessa dimensione, appartenenti alla stessa categoria di utilizzo (non importa invece la scultura del battistrada), con stessa struttura (radiale o diagonale), con stessa categoria di velocità e con stessi indici di capacità di carico.

Gli pneumatici vanno cambiati in caso di usura, cioè quando la profondità degli incavi principali non è di almeno 1,6 mm lungo tutta la circonferenza. Inoltre affinché gli pneumatici siano buoni, la tela non deve essere visibile né sulla superficie né sul fondo della scultura e non vi devono essere strappi profondi sui fianchi. Per semplificare i controlli gli pneumatici sono dotati di indicatori di usura del battistrada.

L’uso di pneumatici ricostruiti è consentito sugli assali anteriori e sugli assali motore di autocarri superiori alle 3,5 tonnellate, anche in caso di trasporto di materiali pericolosi o di persone. Sullo stesso assale non possono però essere montati pneumatici ricostruiti di marche diverse anche se il marchio della carcassa è lo stesso. In caso di montaggio misto la marca della gomma ricostruita e quella degli pneumatici nuovi deve essere la stessa, così come la marca delle carcasse.

Come scegliere gli pneumatici

Il punto di partenza per la scelta degli pneumatici è la loro dimensione, che trovi sul manuale dell’autocarro.

Devi poi considerare tutte quelle caratteristiche che vanno a influenzare le prestazioni, la fluidità di guida e la sicurezza, come il tipo di strada che percorri maggiormente (velocità e fondo stradale) e i numeri di carichi che effettui quotidianamente. Devi anche valutare se la tua priorità è il chilometraggio complessivo o il risparmio di carburante che lo pneumatico ti garantisce.

Ricorda inoltre che vi sono pneumatici specifici per i diversi assali (anteriore sterzante, motore, portante): le gomme sono progettate per rispondere ai vincoli specifici di quell’assale e sono più performanti rispetto a quelle che possono essere montate in ogni posizione.

Non sottovalutare la ruota

Uno pneumatico di qualità e adeguato alle tue esigenze da solo non è sufficiente a garantire una prestazione ottimale del mezzo. Importante in tal senso è anche la ruota, che rappresenta il vero organo di sicurezza del veicolo: essa non solo garantisce la tenuta stagna dello pneumatico, ma porta anche il carico, trasmette la potenza e partecipa alla dissipazione del calore.

Attenzione alla pressione

Scelto lo pneumatico giusto, devi prestare attenzione alla sua pressione di gonfiaggio: il valore corretto, indicato dai costruttori del veicolo o dello pneumatico, garantisce la sicurezza degli utenti e delle merci durante il trasporto. Un valore non corretto, inoltre, determina una perdita di prestazione dello pneumatico e un maggiore consumo di carburante. Poiché gli pneumatici nel corso del tempo perdono la pressione di gonfiaggio è bene farla controllare regolarmente da un gommista.



Per la scelta, l’installazione, i controlli e le riparazioni dei tuoi pneumatici ti puoi rivolgere a Pneuscanu, che si trova a Sestu (Cagliari) in S.P. 8 Elmas-Sestu Km 2,600. Ci puoi contattare al numero 070.7574140 o via email all’indirizzo pneuscanu@gmail.com.